La casa editrice

bandiera-inglese-small

2004-2005

La Nicola Pesce Editore nasce nel lontano 2002, fondata da Nicola Pesce, all’epoca ancora minorenne. Tuttavia nulla fu pubblicato fino al 19 aprile 2004, data in cui viene fissata ufficialmente la data di nascita della casa editrice e in cui fu pubblicato il numero 1 della rivista “Underground Press”.
Stampato in 120 copie, sebbene non numerate, recava in copertina una striscia di vernice rossa applicata a mano singolarmente su ogni copia.

Un carissimo ricordo di quell’anno è la lettera dell’editore Francesco Coniglio, che inviò un assegno per incoraggiare “lo spirito di iniziativa e il tono umile e appassionato” di quel giovanissimo editore.
Per tutto il 2004 e il 2005, Nicola Pesce scrisse, impaginò e stampò ogni mese i vari numeri della rivista nottetempo, con una stampante tuttora conservata nell’ufficio della casa editrice: unico investimento alla base della NPE.

In quei primi due anni – caratterizzati, come poi tutti quelli a venire, dall’appoggio e l’incoraggiamento del fratello Amedeo – si avvicinarono alla casa editrice molti autori allora alle prime armi che tuttoggi vi collaborano attivamente: Luca “Pierz” Piersantelli, Lucio Perrimezzi, Angelo Zabaglio e Roberto Ferraresi, per citarne alcuni.
Un particolare ringraziamento va all’artista Rolando Cicatelli, che sostenne la rivista “Underground Press” gratuitamente e senza mai tirarsi indietro con i suoi straordinari disegni.

2005-2008

Nel 2005, muore il padre di Nicola Pesce, che così si trova, a soli 21 anni, insieme con il fratello di poco maggiore a dover gestire una complicatissima situazione economica e legale che ad oggi non ha ancora visto la sua conclusione.
Cominciano così gli anni in cui si interrompe la pubblicazione della rivista e le scelte della casa editrice vengono affidate dapprima a Niccolò Storai, per un brevissimo periodo, e dopo al “triumvirato” Perissinotto-Trevisanello-Longhi, con i quali vedono così la luce i primi volumi tipografici.

2009-2012

Il momento più importante dei primi 10 anni della storia della casa editrice è quando il ruolo di direttore editoriale venne ricoperto da Andrea Mazzotta, dopo l’estate del 2009.
In queste vesti, indossate fino alla fine del 2012, fu Andrea ad impostare la prima vera e propria linea editoriale della NPE, portandovi all’interno principi come l’autorialità, l’eleganza e la cura dei volumi.

2013-2014

Dal 2012 ad oggi il direttore editoriale della casa editrice è lo stesso Nicola Pesce, e sempre più intensa si è fatta la collaborazione con il suo amico dei tempi del liceo, l’avvocato Stefano Romanini, vero e proprio pilastro dell’attuale redazione.

Sotto la direzione del titolare, la NPE ha visto salire le sue vendite di oltre il 30% ogni anno, parallelamente a un pressoché totale abbattimento dei costi.
Dalle 6.414 copie vendute nel 2012 si è passati così alle 8.635 copie del 2013 ed alle 11.280 copie del 2014, in un periodo storico di recessione durante il quale il settore editoriale è decresciuto di oltre il 5% all’anno.

Contemporaneamente, la medesima società che utilizza il marchio NPE ha sviluppato altri progetti, come il franchising di negozi di fumetto “Golden Store”, che ha attualmente dieci negozi in giro per l’Italia al suo attivo, grazie anche alle capacità interpersonali del suo Responsabile Sviluppo Giuseppe Palmentieri.
Il primo negozio di fumetti “Golden” fu proprio il negozio di Battipaglia (SA) dove Nicola Pesce andava da piccolo e che rilevò nel 2010, oggi gestito dall’insostituibile Lorenzo Celli.

Giuseppe Palmentieri, che fin da allora lavora con il suo amico Nicola, è anche il Direttore della Scuola del Fumetto di Salerno, denominata “Comix Ars”, aperta in via Margotta 10 insieme con Pierpaolo Pittari e Salvatore Parola.

Un altro piccolo progetto è la rivista periodica Comic-Soon: il primo free-press del settore fumetto in formato simil-quotidiano che, stampato dai 3 a 5 numeri all’anno, vanta tirature che in più di una occasione hanno sfiorato le 100.000 copie.
Nata anch’essa come rivista stampata a mano dall’editore stesso, ha avuto una notevole crescita sotto le cure di Valentino Sergi, che se ne è occupato dal 2011 al 2014.
Oggi il sito comic-soon.com si avvale della preziosa collaborazione di Giovanni Santucci.

Gli ultimi due anni della Nicola Pesce Editore sono stati duri e pieni di sacrifici, nonostante la costante crescita, ma oggi la casa editrice salernitana, guidata dal suo titolare appena trentenne, può vantare nel suo catalogo autori stranieri come Neil Gaiman, Craig Russell, David Lloyd, Bill Sienkiewicz, Moebius, Warren Ellis, Stuart Immonen. In particolare, duratura è la collaborazione con il maestro spagnolo Miguel Angel Martin, autore che ha fatto la storia della censura in Italia.

Tra i grandi autori italiani, la NPE ha stretto una stabile collaborazione con gli eredi Jacovitti ed ha contribuito alla riscoperta di Lino Landolfi e Guido Buzzelli.
Altro piccolo vanto della casa editrice è la pubblicazione di due opere dell’attuale direttore di Dylan Dog Roberto Recchioni, nonché di due texoni, per gentile concessione della Sergio Bonelli Editore.

Ma la vera vocazione della NPE è la pubblicazione di saggi sul fumetto. Nell’arco di pochi anni la casa editrice salernitana ha dato alla luce volumi pluri-premiati nel settore, come ad esempio Eccetto Topolino, Jacovitti – Sessant’anni di surrealismo a fumetti, I Disney Italiani, Tex – Fiumi di china italiana in deserti americani, considerati da molti fan veri e propri “oggetti” d’arte, soprattutto nelle loro rare edizioni limitate.

Sempre presente nel piano editoriale è la linea dedicata agli esordienti, che nel corso degli anni ha scoperto autori come Luca “Pierz” Piersantelli, Davide La Rosa ed Enzo Rizzi.
Particolare menzione va a quest’ultimo, creatore del personaggio Heavy Bone, infernale cicerone metallaro che conduce i suoi fan attraverso le biografie dei principali gruppi Rock e Metal, rivelatosi personaggio di punta della casa editrice nel 2014 e, probabilmente, anche nel 2015.

Last but not the least, sul finire del 2014 la Nicola Pesce Editore apre la sua collana dedicata alla narrativa pubblicando Mangio Ergo Sum, ad opera di Bud Spencer e Lorenzo De Luca e, successivamente, Rambo – Primo Sangue, il romanzo di David Morrell che ha dato origine alla saga cinematografica di Sylvester Stallone.